PRESENTAZIONE

   Sono dieci anni dal ritorno alla casa del Padre di D. Pasqualino Costanzo e il ricordo è sempre vivo nel cuore di tanti che lo conobbero, lo apprezzarono e godettero della sua amicizia e del suo servizio pastorale.

E il ricordo si fa più vivo e struggente all’avvicinarsi del S. Natale, festa che egli amò sopra tutte e cantò con il suo cuore di bambino, estasiato davanti al presepe, davanti al mistero del Figlio di Dio che si fa uomo povero e umile per amore degli uomini.

Si, perché D. Pasqualino visse la sua vita di sacerdote con l’animo semplice del bambino evangelico, che sentiva nel profondo la bellezza del creato, uscito dalle mani di Dio, e soprattutto la dignità dell’uomo, creatura prediletta di Dio, oggetto del suo amore preferenziale. La sua spiritualità, semplice e profonda ad un tempo, trovò la sua più delicata espressione nel cantare il mistero del Natale in varie forme, perché era la festa più consona al suo spirito di uomo mite ed umile. Ma soprattutto la sua spiritualità si manifestò in tutta la sua profondità nel saper ascoltare sempre chi si avvicinava a lui, nel sapere essere sollecito nell’andare incontro al sofferente, nell’essere una guida sicura e forte nell’indirizzare gli uomini al Bene, nell’essere uomo di pace e di fraternità.

L’opuscolo che la Comunità Parrocchiale di San Rocco ha preparato in sua memoria, raccogliendo le sue pagine natalizie e spirituali, scritte nelle tante circostanze della sua opera letteraria e storica, deve essere il mezzo che ci permette di riascoltare le sue parole e di comprendere ed attuare il loro perenne messaggio di fede e di vita cristiana.

 

Don ARMANDO BROCCOLETTI

Parroco di San Rocco - Frattamaggiore